Sri Lanka
Newsletter
Contatti

CITTA’ DEL TOUR



NEGOMBO
Negombo è situato sulle rive di una laguna dal nome stesso, in passato è stato un porto commerciale per portoghesi e olandesi ed è un luogo ideale per coloro che desiderano un rapido accesso da e per l'aeroporto. Le attrazioni della città sono il vecchio forte olandese costruito nel 1672, il canale olandese, in passato percorso per la fornitura dei Paesi Bassi, le antiche chiese e la pesca degli abitanti del villaggio.Il tratto di strada verso Kotchchikade prende vita al crepuscolo (la maggior parte dei negozi sono aperti anche di giorno) dove si possono trovare molti negozi di artigianato, spezie e gioielli e svariati ristoranti e internet cafè per i turisti. Negombo è caratterizzata da spiagge di sabbia fine che risultano meno affollate rispetto a quelle del resto dell’ isola, poiché i turisti usano fermarsi in questo paese solo la prima o l’ ultima notte del loro soggiorno nello Sri Lanka. E’ qui che potrete realizzare finalmente il vostro sogno di avere una spiaggia a vostra completa disposizione per fare surf o altri sport acquatici.

CHILAW
Sulla costa Nord occidentale è situato il pittoresco villaggio di pescatori di Chilaw famoso oltre che per il mare cristallino, la calda accoglienza della gente del posto, il cocco e i granchi, anche per l’ affascinante tempio di Munneswaram. In questo luogo sacro in estate si tiene la festa religiosa per la luna piena di Esala che viene celebrata sia dai buddhisti che dagli induisti.

PINNAWELA
Il Pinnawela Elephants Orphanage ovvero l’ orfanotrofio degli elefanti, è una delle attrazioni più popolari dello Sri Lanka. Nato nel 1975 con soli 7 orfani, oggi è divenuto un centro educazionale e di conservazione della specie che ospita dozzine di elefanti, tra cui cuccioli che bevono addirittura con il biberon. Tre o quattro volte al giorno gli elefanti vengono liberati e marciano per le strette vie del paese, tra le case per dirigersi al fiume. Al loro passaggio si sentono gli schiamazzi della gente “…stanno passando, venite a vedere gli elefanti”, poi tutti al fiume per vedere i giganti che fanno il bagno.

SIGIRIYA
La spettacolare fortezza rupestre di Sigiriya, rocciosa ed inespugnabile divenuta poi un monastero, è posta al centro di una pianura coperta di vegetazione selvaggia, ed è una delle principale mete turistico - culturali dello Sri Lanka. Fu costruita nel V secolo d.C. per respingere una temuta invasione ed è situata in cima ad una rocca alta 200 metri. All’ interno della fortezza si trovano affascinanti giardini acquatici e un graffito murale di 1000 anni con sopra incise le impressioni dei visitatori. A metà salita di una scalinata di circa 1500 gradini, si trovano affreschi rupestri del V secolo D.C., raffiguranti splendide donne, rimasti in ottimo stato. Inoltre si possono vedere anche 2 artigli di leone in pietra circondati da un panorama mozzafiato.

POLONNARUWA
E’ la seconda tra le capitali cingalesi e racchiude i resti dell’ antica città lacustre i quali sono stati restaurati perfettamente. Alla fine del X secolo la dinastia Chola , dell’India meridionale, ne fece la propria capitale, ma solo verso il 1200 D.C. la città raggiunse il massimo del suo splendore grazie al Re Parakramabahu. Egli promosse, infatti, importanti opere pubbliche come ospedali, scuole, templi e il lago artificiale che porta il suo nome. L’ area archeologica che si estende per 8 Km sulla riva orientale del lago, è la testimonianza della grande fede buddista del popolo cingalese. Qui è possibile visitare templi e statue raffiguranti il Buddha. Il più importante tra questi è il Gal Vahara, un anfiteatro di granito sulle cui pareti sono state scolpite 4 grandi statue del Buddha raffigurato nelle varie posizioni ( in piedi, disteso, in meditazione e seduto), che rappresentano i passaggi per arrivare all’ Illuminazione. All’ interno delle mura della cittadella si possono ammirare antiche costruzioni come: il Palazzo Reale, la sala delle udienze, il padiglione degli elefanti, il bagno reale, il Wata Daga, un santuario dalle splendide decorazioni, la Dagoba lattea, chiamata così per il colore bianco della sua cupola.

KANDY
La seconda città dello Sri Lanka, Kandy è posta nell’entroterra a circa 115 Km da Colombo, sulle rive del Mahaweli Ganga. Incastonata in un pittoresco cerchio di colline, ha uno stile architettonico particolare grazie anche ai tetti degli edifici che sono dolcemente ricurvi e coperti di tegole. Il centro cittadino è un piacevole insieme di vecchi negozi, autobus, mercati e alberghi. Kandy è ricca di monasteri frequentati da teologi , storici, linguisti e artisti in generale. L’ attrazione più spettacolare è il Dalada Maligawa meglio conosciuto come il “Tempio del Dente”, all’ interno del quale è conservata la più preziosa reliquia religiosa dello Sri Lanka: il dente sacro del Buddha. Le cerimonie in omaggio alla reliquia si tengono ogni giorno e richiamano pellegrini vestiti di bianco che portano in dono fiori di loto e di frangipani. Se ci spingiamo sulle rive del fiume Mahaweli possiamo inoltre osservare elefanti mentre fanno il bagno e artigiani del posto all’ opera.

BENTOTA
Città costiera famosa per le spiagge dorate e per l’ ottima qualità e varietà di pesce è situata sulla punta meridionale del paese. Bentota offre anche un’ antica arte della guarigione chiamata Ayurveda . Bentota è anche famosa per la produzione di Toddy, una bevanda alcolica fatta con nettare di cocco. In questa zona è possibile praticare molte attività sportive come: diving, snorkeling, wind-surf, sci d’ acqua e pesca d’ altura.

HABARANA
Si tratta di un piccolo villaggio in prossimità del monte Sigiriya che per la posizione è un importante crocevia per dirigersi verso gli svariati siti archeologici del paese e per gli amanti del safari. Il trekking in elefante è una forte attrazione del villaggio che possiede inoltre alcuni dei migliori alberghi del paese.

KALUTARA
Kalutara è una località turistica situata a circa 40 Km a sud di Colombo. In passato è stata un importante centro per il commercio di spezie. Il nome della città deriva dal fiume Kalu Ganga ( 'Black River' per i cingalesi). La città può vantare importanti fortificazioni risalenti ai tempi in cui portoghesi e olandesi gareggiavano per il controllo della zona. Alla foce del fiume Kalu Ganga è stato, infatti, costruito un ponte lungo 38 metri che serve come importante collegamento tra la parte occidentale e meridionale del paese. A sud del ponte si trova il Vihara, un tempio buddista costruito nel 1960.